Lodovica Mairè Rogati: l’Africa è il mio cuore e lo sarà sempre

Buongiorno ragazzi! Leggevo su internet che in Africa dieci leoni sono stati salvati da un allevamento lager in dopo che erano stati tenuti in cattività per essere poi uccisi in quella che è conosciuta come la “caccia in scatola” o “caccia in barattolo”. Un vero e proprio inferno, che riduce gli animali confinati ad uno stress estremo, senza cibo e senza cure veterinarie. Com’è andata a finire? Grazie alla denuncia di Wild@life, organizzazione tedesca che lavora in Africa a favore di clima e fauna selvatica, i leoni sono stati salvati.

QUI IL LINK ALLA STORIA A LIETO FINE

E’ stata una vera impresa per il team che ha viaggiato per circa 5.000 chilometri prima di trovare l’obiettivo!  Se ricordate, nel nostro blog avevamo già pubblicato una storia simile, attraverso l’intervista all’attrice ed attivista Lodovica Mairè Rogati che, anche grazie alla sua associazione “Io Non Ci Sto”, si è impegnata in passato – e continua a farlo – per aiutare gli animali. Lodovica, le tue esperienze in Africa le hai raccontate minuziosamente nel libro “Cuore Africano”. Hai ancora l’Africa nel cuore? “L’Africa è il mio cuore e lo sarà sempre. Nel mio libro racconto della mia vita nel Continente africano con estrema trasparenza, verità e a volte dolore quando mi soffermo a descrivere realtà come quelle dell’articolo in questione, e cioè di animali selvatici sfruttati e poi uccisi solamente per la cattiveria dell’uomo”.

Ringraziamenti: Lodovica Mairè Rogati

 

Precedente Latte a lunga conservazione: cos’è e quali sono le sue caratteristiche Successivo L'imprenditore Giovanni De Pierro ricomincia da qui